luci natale

Luci di Natale: quanto mi costano e come posso risparmiare?

Le luci di Natale piacciono a tutti per il clima di festa che riescono subito a creare. E’ anche provato che stimolino pensieri positivi sia in casa che nei negozi. Addirittura alcuni studi hanno dimostrato che gli addobbi luminosi stimolano i clienti i clienti a fare più acquisti e anche a entrare, se il negozio è addobbato con illuminazioni a tema.

Il Natale, poi, si sa, è la festa luminosa per eccellenza… ma quanto ci costano queste luci in più? Scopriamolo insieme!

Quali luci di Natale consumano di meno?

Hai deciso di tagliare sulla bolletta evitando le luci di Natale? Sbagliato! Goditele in tranquillità e offri questa allegria ai tuoi clienti in tutta serenità.  Infatti le luci di Natale, se scelte e gestite bene, con pochi semplici accorgimenti, sono molto economiche!

Le luci che permettono di risparmiare di più sono quelle a LED che, rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza, ci costano in bolletta dalla metà fino a un terzo delle vecchie luci.

La prima mossa per risparmiare è quindi quella di mandare in pensione le vecchie luci di Natale, sostituendole con modelli nuovi, certificati e che ne chiariscano il consumo sulla confezione. Per la nostra sicurezza, devono riportando anche il marchio CE. Questo marchio è importante anche per i consumi. Infatti alcuni prodotti d’importazione, costruiti con materiali di scarsa qualità, possono consumare addirittura il triplo a causa di dispersioni, surriscaldamenti e attacchi irregolari.

Quanto mi costa un festone luminoso da 1,5 metri?

Prendiamo come esempio il classico festone luminoso da 1,5 metri da mettere sull’albero di Natale o con cui addobbare la vetrina del negozio. Molte persone sono preoccupate di ritrovarsi grandi cifre in bolletta o di concorrere un po’ troppo all’inquinamento. Sarete allora sorpresi nello scoprire che una striscia di lucine di vecchio tipo, a incandescenza, tenuta accesa ininterrottamente per 30 giorni, può costarci da 10 fino a 15 euro. E’ il costo più alto che potremmo affrontare. Il costo per 3 punti luminosi in più in casa o in negozio sarà quindi di ben 45 euro alla fine delle festività.

Pensate però che lo stesso festone luminoso, con luci a LED, per lo stesso tempo, produce un costo di circa 4-6 euro in bolletta, quindi tre punti luminosi potrebbero avere un costo molto più sostenibile: solo 12-18 euro in tutto!

Le luci di Natale … gratis!

Possiamo anche avere delle luci di Natale a costo zero! Siccome la maggior parte di queste luminarie assorbe solo 4-6 Watt di elettricità, si possono attaccare a un pannellino solare. In commercio ci sono anche già fornite di pannellino solare, da mettere sul balcone o fuori dalla vetrina, è piccolo e molto discreto. Se la nostra vetrina o la zona di casa da addobbare è ben illuminata dalla luce naturale durante il giorno, possiamo utilizzare queste luci alimentate da energia solare che non avranno nessun peso sulla nostra bolletta.

Più costi per le luci fisse o intermittenti? Colorate o bianche?

Se amate i giochi di luci, vi farà piacere sapere che non c’è alcuna differenza di consumo tra le luci fisse e quelle intermittenti. Le luci intermittenti non producono un consumo minore nel lasso di tempo in cui sono spente, perché sono gestite da un sistema che resta sempre acceso. Non c’è differenza neanche tra le luci di Natale colorate e quelle bianche: la variazione di colore non incide sui consumi.

Cosa può far aumentare i costi in bolletta con le luci di Natale?

Quello che può incidere sui consumi sono: l’alimentatore, l’adattatore e i movimenti di altre parti. Gli alimentatori assorbono una parte di corrente e ne disperdono una parte in calore, per questo si ha un leggero risparmio nell’utilizzare delle luci con alimentazione diretta (solo presa di corrente, senza alimentatore). Gli adattatori sono spesso usati per utilizzare luci provenienti da mercati esteri che hanno attacchi diversi dai nostri: attenzione perché possono avere voltaggi diversi e diverse necessità di alimentazione. Attenzione anche alle luci con figure in movimento o con emissione di piccoli getti d’aria per muovere fili e palline: il consumo maggiore è dato dall’alimentazione delle ventoline che può arrivare a 5-10 watt in più.

Alcuni trucchi per aumentare l’illuminazione… senza elettricità!

Possiamo utilizzare dei trucchi scenici, copiati dal cinema, per aumentare le luci senza impiegare altra elettricità.  Sono anche trucchi di sicuro effetto per creare un’atmosfera fiabesca e natalizia. Per esempio, possiamo collocare le nostre luci di Natale davanti a uno specchio: così se ne vedranno il doppio!

Un trucco simile è quello di utilizzare oggetti riflettenti per gli addobbi: palline lucide, specialmente color oro e argento, rifletteranno le luci diverse volte facendole sembrare molte di più.

Possiamo infine aggiungere dei punti luce con candele che, oltre a creare un ambiente con toni caldi, rendono l’atmosfera più piacevole e si sposano bene al tema natalizio.

Rassicurare i clienti sui consumi

Molti Clienti dei negozi oggi sono giustamente preoccupati che questo aumento di luci di Natale pesi sull’ambiente. Se ci teniamo all’ecologia, è il momento giusto per passare a 100% Energia Verde. Se abbiamo già sottoscritto l’offerta 100% Energia Verde, possiamo rassicurare i nostri Clienti sui consumi della nostra attività. La vetrofania 100% Verde li informa direttamente sulla scelta di fonti energetiche rinnovabili per la nostra attività. Richiedi il kit gratuito Opzione Verde per esporre in vetrina e nelle tue comunicazioni il logo che ti qualifica come negozio alimentato con il 100% di Energia da Fonte Rinnovabile!

Non ci rimane che… accendere le luci di Natale con gioia!