Bonus sociale energia elettrica e gas: come ottenere lo sconto in bolletta

Cos’è il bonus sociale luce e gas e a chi si rivolge

Il bonus energia è un’agevolazione rivolta ai consumatori in situazioni di difficoltà che riguarda le spese per la fornitura di energia elettrica e gas. Il bonus si articola in tre misure di sostegno e viene corrisposto solo a chi soddisfa specifici requisiti.

Le agevolazioni in questione sono:

  • bonus elettrico per disagio economico;
  • bonus gas naturale per disagio economico;
  • bonus elettrico per disagio fisico.

Queste agevolazioni, cumulabili tra loro, prevedono l’applicazione di uno sconto in bolletta, che viene suddiviso nelle bollette relative ai 12 mesi successivi all’approvazione.

Bonus per disagio economico

Requisiti bonus elettrico per disagio economico:

l’agevolazione è accessibile ai titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica relativo all’abitazione di residenza e viene concesso se:

  • l’indicatore ISEE del nucleo familiare del richiedente non eccede gli 8.107,5 euro annui;
  • il nucleo familiare del richiedente comprende più di 3 figli a carico e l’indicatore ISEE non supera i 20 mila euro annui.

Requisiti bonus gas per disagio economico:

Il bonus per disagio economico relativo alla fornitura di gas naturale prevede gli stessi requisiti dell’agevolazione precedente. Per beneficiarne è fondamentale che il contatore gas utilizzato sia di classe non superiore a G6.

Importi bonus 2018

A quanto ammonta il bonus per il 2018 per disagio economico? Sia per l’energia elettrica che per il gas, il sussidio è fornito per il consumo relativo alla sola abitazione di residenza. Per la fornitura di energia elettrica il bonus va da un minimo di 125 a un massimo di 184 euro annui. Per l’anno 2018 è previsto un importo minimo di 32 euro annui e un massimo di 273 e varia a seconda dell’utilizzo che il richiedente fa del gas naturale (uso cottura, acqua calda sanitaria e riscaldamento).

Bonus per disagio fisico

Il bonus energia elettrica per disagio fisico è destinato ai titolari di contratto di fornitura elettrica che sono affetti da grave malattia o che vivono con un soggetto gravemente malato che necessita di apparecchiature elettromedicali essenziali per la sopravvivenza alimentate elettricamente. Il bonus energia elettrica riconosciuto per disagio fisico ha un valore annuo minimo di 193 euro e può arrivare al massimo a 692 euro.

Come richiedere il bonus gas e luce

Chi desidera richiedere le agevolazioni del bonus energia può presentare domanda presso il Comune di residenza oppure al CAF. Lo stato di avanzamento della richiesta può essere visionato tramite il portale online del SGAte (Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche). I moduli da compilare per la trasmissione della domanda possono essere scaricati direttamente dal sito ufficiale dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Per ottenere il sussidio per disagio fisico è necessario presentare una specifica documentazione redatta dall’ASL che attesti lo stato di salute del richiedente e l’effettiva necessità di utilizzare strumentazioni per supporto vitale.

Per maggiori informazioni visita il sito di ARERA.